Il portale del Medico del Lavoro Competente

Ricerca

Login

Informazioni

Permesso di lettura:
Tutti gli utenti
Permesso di scrittura:
Utenti registrati

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

Infermiere e limitazioni MMC

Questo argomento ha avuto 20 risposte ed è stato letto 3195 volte.

Auro

Auro
Provenienza
Caltanissetta
Professione
Laureato non medico
Messaggi
12
  • Infermiere e limitazioni MMC
  • (18/11/2009 16:05)

Biongiorno a tutti, mi sono appena iscritto per porvi un quesito, la mia professione è infermiere, circa due mesi fà ho subito un intervento ch di erniectomia e discectomia L4-L5, permane la spondilodistesi L5-S1 su cui i neurochirurghi hanno preferito non agire per il momento, ho chiesto la visita del medico competente che mi ha riconosciuto la limitazione alla mmc superiore a 15 Kg, presto servizio presso l'unita di pronto soccorso, ho diritto ad essere spostato ed essre impiegato in unità non di emergenza e urgenza ??

ngiulon

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Varese
Professione
Rls
Messaggi
113
  • Re: Infermiere e limitazioni MMC
  • (19/11/2009 10:07)

sono un tuo collega: tra le limitazioni ci sono anche indicazioni sulla postura da mantenere( non fissa, nè incongrua)? Se non ci fossero il giudizio è per me inaccettabile. Se ci fossero un un PS è difficile potervi porre attuazione per i ritmi insostenibili costituenti la noram di lavoro quotidiano; per le notti secondo me ci dovrebbe essere esclusione ed il posto piu' indicato è "a giornata" con possibilità di modificare la postura tutte le volte che ne riccorra la necessità NON quando il lòavoro lo permette o quando il preposto lo consente, in sostanza per me vi è incompatibilità tra le lim itazioni, la patologia di sottofondo e il posto dove lavori attualmente...verifica e poi decidi il da farsi. Akl bisogno richiedi parere del MC e/o rivolgiti anche al Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza. Ciao

Auro

Auro
Provenienza
Caltanissetta
Professione
Laureato non medico
Messaggi
12
  • Re: Infermiere e limitazioni MMC
  • (22/11/2009 07:01)

Apprezzo la tua risposta, però mi piacerebbe sentire anche il parere di un Medico Competente, anche perchè ho paura che la mia azienda si rifiuti di togliermi dall'area di emergenza, nel caso in cui si ostinino a tenermi in emergenza che armi avrei a disposizione per far valere le mie ragioni ?? Sarebbe, credo, il primo caso di infermiere che va ad operare in Pronto Soccorso con il busto per limitare i movimenti alla colonna, roba da film di Pierino.

sportgooffy

sportgooffy
Provenienza
Roma
Professione
Medico
Messaggi
322
  • Re: Infermiere e limitazioni MMC
  • (23/11/2009 01:12)

provo a rispondervi, pur premettendo che nel mio ambito lavorativo non ho mai avuto infermieri professionali di un pronto soccorso (ma OSS e OSA di case di cura sì, e la mansione è per certi versi analoga): le posture incongrue in ambito di assistenza sanitaria rappresentano un terreno "minato"; cosa si intende con questa dizione? E' chiaro per chiunque abbia lavorato in ambito sanitario che anche la sempolice esecuzione di un prelievo venoso, in determinate situazioni, comporta una postura "incongrua"; mi spiace dissentire da Ngiulion, ma impuugnare un giudizio di idoneità su una tale base mi sembra "specioso".
Occorrerebbe qualche dato clinico in più, però potrei citare numerosi lavori, anche con un discreto impact, che dimostrano la scarsa correlazione tra riscontro di spondilolistesi e lombalgia; quest'ultima da sola (sempre e solo a mio avviso) è difficilmente considerabile motivo per uh cambio mansione (mi spiego meglio; considerando che il riscontro di una spondilolistesi avviene come incidentalome nel 20 % circa dei radiogrammi dorsolombari, anche in chi non ha mai lamentato lombalgie, è lecito considerarlo un motivo valido per un cmbio mansione?)... diverso è il limite dei 15 kg... personalmente trovo molto difficile quantificare simili limitazioni in un ambito sanitario... quanto deve pessare un paziente per superare il limite dei 15 kg nel momento in cui deo spostarlo da barella a lettino? o su sedia a rotelle? o su barella? yemo però che a quest'ultimo problema difficilmentetroverete medici competenti (anche più esperti e navigati di me) disposti a darvi una chiara ed univoca risposta!

Auro

Auro
Provenienza
Caltanissetta
Professione
Laureato non medico
Messaggi
12
  • Re: Infermiere e limitazioni MMC
  • (23/11/2009 12:48)

sportgooffy il 23/11/2009 01:12 ha scritto:
provo a rispondervi, pur premettendo che nel mio ambito lavorativo non ho mai avuto infermieri professionali di un pronto soccorso (ma OSS e OSA di case di cura sì, e la mansione è per certi versi analoga): le posture incongrue in ambito di assistenza sanitaria rappresentano un terreno "minato"; cosa si intende con questa dizione? E' chiaro per chiunque abbia lavorato in ambito sanitario che anche la sempolice esecuzione di un prelievo venoso, in determinate situazioni, comporta una postura "incongrua"; mi spiace dissentire da Ngiulion, ma impuugnare un giudizio di idoneità su una tale base mi sembra "specioso".
Occorrerebbe qualche dato clinico in più, però potrei citare numerosi lavori, anche con un discreto impact, che dimostrano la scarsa correlazione tra riscontro di spondilolistesi e lombalgia; quest'ultima da sola (sempre e solo a mio avviso) è difficilmente considerabile motivo per uh cambio mansione (mi spiego meglio; considerando che il riscontro di una spondilolistesi avviene come incidentalome nel 20 % circa dei radiogrammi dorsolombari, anche in chi non ha mai lamentato lombalgie, è lecito considerarlo un motivo valido per un cmbio mansione?)... diverso è il limite dei 15 kg... personalmente trovo molto difficile quantificare simili limitazioni in un ambito sanitario... quanto deve pessare un paziente per superare il limite dei 15 kg nel momento in cui deo spostarlo da barella a lettino? o su sedia a rotelle? o su barella? yemo però che a quest'ultimo problema difficilmentetroverete medici competenti (anche più esperti e navigati di me) disposti a darvi una chiara ed univoca risposta!

OK, ma io non voglio un cambio di mansioni, io chiedo solo di essere spostato in un ambito non di emergenza, un conto è trovarsi in pronto Soccorso con il paziente semisvenuto e da "prendere" al volo prima che si faccia male, o correre a soccorrere un paziente piombato in P.S. con mezzi di fortuna e con un arto fratturato, (situazioni che ho vissuto e da cui sono dovuto "fuggire" per non rischiare di farmi male o di beccare qualche denuncia) tutt'altro discorso è gestirsi in un qualsiasi reparto in cui non è prevista l'urgenza se non in situazioni del tutto occasionali e rare, Pediatria, Immaturi, Dermatologia, servizi ed ambulatori di ogni genere.
Non c'è in gioco i dito paralizzato o una menomazione di lieve entità, stiamo parlando di patologie che rientrano tra le instabilità gravi della colonna vertebrale e se uno non riesce a garantire una prontezza di movimenti senza alcuna limitazione, come può garantire il pronto intervento in situazioni di emergenza ??

aldomign

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Pisa
Professione
Medico del Lavoro Competente
Messaggi
102
  • Re: Infermiere e limitazioni MMC
  • (24/11/2009 12:35)

Normalmente la valutazione della movimentazione di pazienti in ospedale viene fatta con il metodo MAPO (movimentazione e assistenza pazienti ospedalizzati) che permette una valutazione quantitativa del livello di rischio nei vari reparti. Nei casi come il suo, se esiste una valutazione di questo tipo, può essere prevista l'idoneità a reparti a più basso rischio

ngiulon

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Varese
Professione
Rls
Messaggi
113
  • Re: Infermiere e limitazioni MMC
  • (25/11/2009 08:38)

parlo per esperienza diretta/indiretta dove, nel mio nosocomio, gli infermieri con tali patologie vengono spostati dal Pronto soccorso e dalle UO di degenza( sono anche RLS x questo mi esprimo a tutela del lavoratore). A proposito delle posture incongrue mi riferisco per esempio alla rotazione del buso sull'asse della colonna, movimento frequentissimo tra gli operatori della sanità addetti all'assistenza in genere,. Dal punto di vista dell'azienda opportuno a parere mio, onde evitare anche cause di servizio per aggravamento di patologie in essere, provvedere ad un cambio di UO del lavoratore in questione. Approfondisci con tutte le figure che riterrai opportuno, tenendo a mente che la salute è una e una volta giocata nessuno ce la restituisce. Nel caso poi della sanità a cui scarsi investimenti si contrappongono modalità discutibili di utilizzo del personale( come il tuo caso), si richia di porre in essere nuove modalità di "sfruttamento" del personale. Questo naturalmente è un personale e opinabile punto di vista personale. auguro cmque di buon esito.

Auro

Auro
Provenienza
Caltanissetta
Professione
Laureato non medico
Messaggi
12
  • Re: Infermiere e limitazioni MMC
  • (25/11/2009 15:03)

ngiulon il 25/11/2009 08:38 ha scritto:
parlo per esperienza diretta/indiretta dove, nel mio nosocomio, gli infermieri con tali patologie vengono spostati dal Pronto soccorso e dalle UO di degenza( sono anche RLS x questo mi esprimo a tutela del lavoratore). A proposito delle posture incongrue mi riferisco per esempio alla rotazione del buso sull'asse della colonna, movimento frequentissimo tra gli operatori della sanità addetti all'assistenza in genere,. Dal punto di vista dell'azienda opportuno a parere mio, onde evitare anche cause di servizio per aggravamento di patologie in essere, provvedere ad un cambio di UO del lavoratore in questione. Approfondisci con tutte le figure che riterrai opportuno, tenendo a mente che la salute è una e una volta giocata nessuno ce la restituisce. Nel caso poi della sanità a cui scarsi investimenti si contrappongono modalità discutibili di utilizzo del personale( come il tuo caso), si richia di porre in essere nuove modalità di "sfruttamento" del personale. Questo naturalmente è un personale e opinabile punto di vista personale. auguro cmque di buon esito.

Scusa la mia ignoranza, ma non so cosa vuol dire RIS sul tuo profilo, comunque, non c'è persona che non si stranizza del mio utilizzo in Pronto Soccorso in tali condizioni, tranne i miei superiori, per loro è normale, ti dirò di più, dalla direzione sanitaria è arrivata una direttiva che dispone il mio utilizzo solo come infermiere di triage, in tutti i casi di urgenza ed emergenza in cui è necessario agire fisicamente devo gridare AIUTO EMERGENZA ed i colleghi correranno a soccorrere il paziente mentre io compilo la scheda di triage, hai presente le scene di Stanlio & Olio o i film tipo l'ospedale più pazzo del mondo ?? Ecco, non siamo molto lontani, intanto però la gente che arriva non sono attori ma persone che realmente stanno male, aspetto un'ulteriore risposta ad un'ulteriore mia richiesta di spostamento, dopo di chè valuteremo con il mio legale come agire.

ngiulon

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Varese
Professione
Rls
Messaggi
113
  • Re: Infermiere e limitazioni MMC
  • (26/11/2009 08:45)

è l'acronimo di Rappresentante Dei Lavoratori per la sicurezza( dovendo scegliere nelle colonna delle professioni non c'è infwermiere ma RLS si...); in aggiunta a quanto sopra e a supporto delle mie tesi sugli scenari futuri ti dico solo che fino a 4 anni fa bastavano delle protrusioni discali per essere tolto da UO di degenza o da strutture impegnative...oggi "trattengono" a mio avviso ingiustamente operatyori addirittura con ernia franca...mi immagino cosa succedrà ion futuro e sono francamente allarmato. Io insisterei anche tutti i giorni a esigere un cambio di assegnazione, all'azienda dimostrare che quello che sostieni è scorretto...

sportgooffy

sportgooffy
Provenienza
Roma
Professione
Medico
Messaggi
322
  • Re: Infermiere e limitazioni MMC
  • (27/11/2009 16:03)

Auro il 25/11/2009 03:03 ha scritto:



Scusa la mia ignoranza, ma non so cosa vuol dire RIS sul tuo profilo, comunque, non c'è persona che non si stranizza del mio utilizzo in Pronto Soccorso in tali condizioni, tranne i miei superiori, per loro è normale, ti dirò di più, dalla direzione sanitaria è arrivata una direttiva che dispone il mio utilizzo solo come infermiere di triage, in tutti i casi di urgenza ed emergenza in cui è necessario agire fisicamente devo gridare AIUTO EMERGENZA ed i colleghi correranno a soccorrere il paziente mentre io compilo la scheda di triage, hai presente le scene di Stanlio & Olio o i film tipo l'ospedale più pazzo del mondo ?? Ecco, non siamo molto lontani, intanto però la gente che arriva non sono attori ma persone che realmente stanno male, aspetto un'ulteriore risposta ad un'ulteriore mia richiesta di spostamento, dopo di chè valuteremo con il mio legale come agire.

Comprendo perfettamente, però, come ha già detto il collega aldomign, la valutazione dei rischi operata correttamente secondo il metodo MAPO prevede anche di considerare il numero di operatori presenti (così, se gridi AIUTO! AIUTO! ed è previsto che ci sia SEMPRE presente un altro operatore accanto a te, a norma di legge non solo l'idoneità con limitazioni è adeguata, ma anche l'assegnazione è formalmente corretta! Poi, siamo tutti d'accordo che assistiamo ad una scena di un film con Bombolo o Alvaro Vitali. Come ti avevo già scritto, la spondilolistesi può comportare una limitazione della mansione, ed a questo (ma certo senza risolvere i problema) il tuo MC ha ottemperato... però mi chiedo... cosa ha refertato all'ultimo controllo l'ortopedico curante? Permangono esiti dalla discectomia? Ribadisco cmq che il problema è prettamente della direzione sanitaria; il MC deve e non può fare altro che dichiararti idoneo alla mansione infermieristica, pur segnalando l'importante limitazione; poi, è la Direzione Sanitaria che dispone il tuo utilizzo in un ambiente più "cautelativo"... non c'è la possibilità che il MC segnali la cosa in Direzione Sanitaria?

Tutti i diritti riservati - Copyright 2001-2014 MedicoCompetente.it