Il portale del Medico del Lavoro Competente

Sezioni del portale

Ricerca

Login

Informazioni

Permesso di lettura:
Tutti gli utenti
Permesso di scrittura:
Utenti registrati

Network

Standards web

Valid XHTML 1.1! Valid CSS!

Vaccinazione anti epatite B e titolo anticorpale

Questo argomento ha avuto 5 risposte ed è stato letto 2893 volte.

guido marchionni

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Roma
Professione
Medico del Lavoro
Messaggi
52
  • Vaccinazione anti epatite B e titolo anticorpale
  • (05/06/2003 20:21)

Gradirei il vostro parere.
Ho praticato le prime due dosi di vaccino anti epatite (Engerix B) a due infermiere di una casa di cura. Dopo la II dose il livello anticorpale è alto (833 e 1000 ui/ml). Da qualche parte (ma non mi ricordo dove, purtroppo...) ho letto che se già alla II dose si è raggiunta una buona risposta anticorpale si potrebbe soprassedere alla III dose di rito consigliata dal Ministero della Sanità. E ' così oppure, anche a scopo legale, devo comunque completare il ciclo con la III dose?
Grazie colleghi.

AlbertoAnselmi

AlbertoAnselmi
Provenienza
Genova
Professione
Medico Competente
Messaggi
12
  • Re: Vaccinazione anti epatite B e titolo anticorpale
  • (07/06/2003 20:04)

Una volta che la risposta anticorpale è evidente, il soggetto risulta protetto. Il calendario prevede tre inoculazioni successive esclusivamente per aumentare la percentuale dei soggetti che rispondono positivamente. In teoria potrebbe bastare una sola dose.
per maggiori chiarimenti vedi: http://www.ministerosalute.it/imgs/C_17_normativa_77_allegato.doc

guido marchionni

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Roma
Professione
Medico del Lavoro
Messaggi
52
  • Re: Vaccinazione anti epatite B e titolo anticorpale
  • (08/06/2003 09:41)

Ti ringrazio moltissimo per il chiarimento (anche a nome delle due infermiere che si risparmieranno un altro buco...). La circolare è interessantissima e l 'ho immediatamente salvata tra i miei documenti . Buon lavoro.

raspanti

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Prato
Professione
Medico Competente
Messaggi
179
  • Re: Vaccinazione anti epatite B e titolo anticorpale
  • (09/06/2003 22:47)

Chiedo scusa, ma non concordo con quanto detto da Alberto Anselmi. La vaccinazione antiepatite B prevede un ciclo di base di tre dosi (0,1,6 mesi) non per aumentare la percentuale di soggetti che rispondono positivamente (come afferma Anselmi), ma perchè la prima dose serve solo a "sensibilizzare" il sistema immunitario, la seconda dose serve a produrre una quantità di anticorpi che, grosso modo dopo 2-3 settimane, saranno protettivi (ed ecco perchè il dosaggio è alto) ma che nel tempo si esauriranno e la terza dose serve appunto a prolungare negli anni la copertura. In teoria non potrebbe bastare una sola dose. Solo i vaccini costituiti da virus vivi ed attenuati si fanno in singola dose. In ogni caso, la circolare nominata fa riferimento alla valutazione della risposta anticorpale DOPO l 'effettuazione dell 'ultima dose del ciclo vaccinale di base (appunto dopo le tre dosi).
Saluti

AlbertoAnselmi

AlbertoAnselmi
Provenienza
Genova
Professione
Medico Competente
Messaggi
12
  • Re: Vaccinazione anti epatite B e titolo anticorpale
  • (12/06/2003 15:02)

In media, quanta protezione viene data a neonati, adolescenti e adulti da ciascuna dose del vaccino dell’epatite B?

Dose Neonati* Adolescenti e adulti**

1 16-40% 20-30%

2 80-90 % 75-80 %

3 98-100 % 90-95 %

* neonati pretermine sotto i 2 Kg hanno risposto meno spesso alla vaccinazione

** fattori che possono abbassare il tasso di risposta sono: l’età oltre i 40 anni, il sesso maschile, il fumo, l’obesità e la immunodeficienza.

da: Network italiano dei Servizi di vaccinazione
( spero sia attendibile !!)

andreaiob

Nessun avatar per questo utente
Provenienza
Udine
Professione
Medico del Lavoro
Messaggi
18
  • Re: Vaccinazione anti epatite B e titolo anticorpale
  • (17/06/2003 14:04)

Il calendario a 3 dosi è un obbligo solo per nuovi nati e dodicenni. Nei soggetti a rischio lo scopo è la protezione del lavoratore per cui di fronte a un titolo protettivo l 'obiettivo preventivo è raggiunto.
Quanto alle conoscenze scientifiche sul vaccino ricombinante è ormai pacifico che di fronte ad un soggetto "responder", non serviranno in futuro altre dosi di vaccino grazie all 'acquisita memoria cellulo-mediata. Inoltre negli Stati Uniti è stato recentemente autorizzato il calendario di vaccinazione antiepatiteB per dodicenni con solo 2 dosi.

Tutti i diritti riservati - Copyright 2001-2014 MedicoCompetente.it